Cerca nel blog:

giovedì 26 dicembre 2013

Gatti e botti di capodanno, cosa fare

gatti-botti-capodanno

La notte di capodanno, a causa dello sparo dei botti, è sicuramente annoverata come una di quelle che induce i maggiori picchi di stress nei nostri gatti.

Nessuno ne è immune, sia quelli casalinghi, sia le colonie che vivono nelle nostre città!

Il non poter comprendere cosa stia succedendo, già, i gatti non possono comprendere la stupidità umana di questa becera tradizione,  unito al frastuono assordante, generano di base un’ansia importante che in qualche caso può diventare anche un attacco di panico!

Cosa fare per aiutare a superare al meglio lo stress dei botti di capodanno ai nostri gatti?

venerdì 29 novembre 2013

Tiragraffi, gatti e mobilio salvo

tiragraffi-gatti-mobili-salvi

L’acquisto e il giusto posizionamento di uno o più tiragraffi in casa è sicuramente uno degli investimenti più proficui per chi ha un gatto!

Considerando che i nostri piccoli felini, hanno una necessità fisiologica di grattare superfici sia verticali e sia orizzontali, è pressoché obbligatorio posizionare nel nostro appartamento almeno un tiragraffi verticale ed uno orizzontale!

Perché un gatto deve “farsi le unghie”?
Ti sarà sicuramente capitato di assistere alla scena del tuo gatto che, dopo una delle sue belle dormite, va a graffiare il divano o un bel mobile di legno! Ecco, sappi che non lo fa per cattiveria o per dispetto, è uno dei sistemi che usa per marcare il suo territorio! E’ un comportamento innato! Tipico del mondo felino!

Graffiando il divano, un mobile o un tappeto, oltre a lasciare una traccia visibile, il graffio vero e proprio, ne lascia anche una odorosa impercettibile al naso umano!

lunedì 25 novembre 2013

Campagne e sostegno per i gatti

campagne-sostegno-gatti

Come blogger di gattofilo.com porto avanti questo progetto per far conoscere a più persone possibili il fantastico mondi dei gatti!

Purtroppo esistono anche tante storie che riguardano i nostri amici felini che non sono tanto fortunati da avere una casa ed un umano che se ne prende cura!

Insieme ad altri volontari mi prendo cura di diverse colonie feline site in Napoli e alcune sue provincie.

Questo significa portare cibo e acqua nelle varie zone, fare una campagna di sterilizzazione, a maturità raggiunta, per evitare la crescita a dismisura del numero di gatti e fare visitare/curare i felini che presentano problemi e patologie varie!

Come sicuramente saprai, a parte il tempo, tutto questo costa risorse economiche che non sono mai abbastanza. Noi volontari già ci autotassiamo e compriamo del cibo in più quando facciamo ordini per i nostri gatti casalinghi.

Purtroppo non basta!

sabato 23 novembre 2013

Una casetta per i gatti della Floridiana

casetta-gatti-floridiana

L’inverno è arrivato e con esso il freddo e le piogge. Con questo post ti chiedo un aiuto concreto.

Nella Villa Floridiana, quartiere Vomero (Na), io ed altri volontari animalisti ci prendiamo cura di 3 colonie feline per un numero di gatti che si aggira intorno ai quaranta.

Prendersi cura di questi felini significa portargli cibo e acqua pulita più volte al giorno, far sterilizzare i membri adulti per evitare nascite incontrollate e quindi ingestibili e fare di routine dei controlli veterinari per garantire loro uno stato di salute ottimale.

Tutto questo ha chiaramente dei costi sia in termini di tempo e sia di risorse economiche. Insieme agli altri volontari autotassandoci finora abbiamo sempre garantito questi servizi primari alle colonie. Ora però con l’inverno abbiamo bisogno del tuo aiuto.

Siamo riusciti, grazie al garante degli animali del Comune di Napoli e al direttore del museo della Floridiana, ad avere il permesso di installare alcune casette rispondenti ai requisiti che un parco botanico storico-artistico richiedono.

domenica 25 agosto 2013

Cose da non far mangiar al gatto

cose-da-non-far-mangiare-gatto

L’alimentazione corretta del nostro gatto riveste un ruolo troppo importante per la sua salute e longevità!

Dopo aver scritto “Cosa deve mangiare un gatto?” e se è meglio “Cibo umido o secco per gatti?” ho pensato di scrivere questo post-decalogo con una serie di alimenti molto pericolosi e quindi assolutamente da NON FAR MANGIARE AL GATTO!

Spesso, infatti, il nostro amico pelosetto, essendo un curiosone, si avvicina per annusare e mangiare quello che mangiano gli umani! E purtroppo, spesso, gli umani li accontentano ignari del pericolo.

Eccoti una lista di cose da non far mangiar al gatto:

martedì 18 giugno 2013

Caldo, i rimedi per i gatti!

caldo-soffrono-gatti-rimedi

Con l’arrivo delle alte temperature estive il nostro gatto casalingo deve combattere e proteggersi da afa e caldo!

Non avendo ghiandole sudoripare su tutto il corpo ed avendo invece il sottopelo ed un folto pelo, la dispersione di calore è molto limitata. 

Nei nostri piccoli felini le ghiandole per la dispersione del sudore sono concentrate perlopiù sui cuscinetti plantari. Del resto si nota quando camminano su pavimenti lucidi o parquet  dove lasciano le tipiche impronte di calore.

I problemi seri possono subentrare quando la temperatura esterna raggiunge i 30 centigradi! In particolare nei gatti è molto pericoloso il colpo di calore che può avvenire anche a casa o quando viaggiamo col gatto in auto, mentre è più raro il colpo di sole in quanto notoriamente un gatto non necessita di uscire per i propri bisogni!

mercoledì 15 maggio 2013

Viaggiare con il gatto in auto

viaggiare-gatto-auto

Viaggiare con un gatto in auto può essere un esperienza particolarmente stressante!

Sia per il piccolo felino e sia per il suo amico umano.

Il gatto, essendo molto territoriale, non ama spostarsi ed ancor di più non ama farlo in auto.

Perdendo i riferimenti visivi e gli odori casalinghi, insieme ad i rumori fastidiosi di un auto in movimento, un gatto sarà molto infastidito e stressato.

Molti di noi, però, oltre all’esigenza di trasportare il nostro gatto dal veterinario, preferiscono non lasciare il gatto a casa durante le vacanze e quindi, decidendo di portarselo con se,  sottopongono il piccolo felino a tragitti medio-lunghi con le conseguenze stressanti del caso.

Vediamo come limitare/evitare problemi al gatto:

sabato 6 aprile 2013

Cibo umido o secco per gatti?

cibo-secco-umido-gatti

Dopo aver svezzato la mia Tita si è subito presentata l’annosa questione di cosa sia meglio dar dare mangiare al gatto, umido o secco?
Bocconcini o crocchette?
La risposta è entrambi, ma in percentuali diverse!

Entrambi i prodotti hanno pregi e difetti che nel post ti elencherò, ma la cosa importante è che l’alternarsi del cibo umido e quello secco è l’unico modo per garantire il giusto nutrimento al tuo gatto.

Premesso che un gatto debba mangiare quasi esclusivamente proteine animali per crescere e restare sano, bisogna necessariamente scegliere prodotti sia secchi che umidi di elevata qualità.

Cibo umido
Indubbiamente è quello che più si avvicina al modo naturale di mangiare dei gatti. Ti ricordo che in natura un gatto caccia e mangia le sue piccole prede e non trova ciotole piene di croccantini! Al cibo umido quindi deve essere riservata la percentuale maggiore di somministrazione durante le 24 ore. Sicuramente non sotto il 60%.

martedì 2 aprile 2013

Curiosità sui gatti

curiosità-gatti

In questo post trovi una serie di varie curiosità sui gatti ed il loro mondo.

Scritto con la tecnica della domanda e risposta è un post in continuo aggiornamento. Torna a leggerlo più volte.

E’ vero che i gatti sono digitigradi?
Si, i gatti appartengono alla famiglia dei mammiferi digitigradi. Ovvero usano come unico punto d'appoggio le loro falangi. Questo gli consente una maggiore velocità di spostamento.

E’ vero che esiste un giorno di festa dedicato al gatto?
Si, il giorno della festa del gatto cade il 17 febbraio. La data, festeggiata dal 1990 in poi, racchiude alcune simbologie riferite al nostro affascinante gatto. Il mese di febbraio, mese del segno dell’Acquario, simboleggia lo spirito libero ed anticonformista tipico del gatto. Anche nei detti popolari il mese di febbraio è indicato come quello “dei gatti e delle streghe”. Il numero 17, invece, che nella nostra tradizione è portatore di sventura, scritto in numeri romani diventa XVII ed il suo anagramma “VIXI”, ovvero “sono vissuto” e di conseguenza “sono morto”. Non è così per il gatto che è vissuto a diversi attacchi nella storia. Il 17 simboleggia anche che il gatto (1) ha 7 vite.

E’ vero che l’allergia ai gatti non dipende dal pelo?
Si, non è il pelo a creare allergia ma alcune proteine presenti nella saliva del gatto che deposita sul suo pelo quando effettua la toletta.

lunedì 1 aprile 2013

Le ciotole per i gatti, regole e consigli

ciotole-gatti-consigli-regole

Con i suoi sensi molto sviluppati, il gatto non è sensibile solo all’odore, al gusto e alla consistenza del cibo, ma bensì anche al contenitore!

Ci sono delle semplice regole che se seguite faranno sicuramente cosa gradita al nostro piccolo felino.

Iniziando dai materiali con cui è fatta, una ciotola può avere caratteristiche molto diverse.

La prima cosa che ti consiglio è di optare per un materiale ceramico, di vetro o di acciaio inossidabile. La plastica è fortemente sconsigliata perché ha un odore poco gradito al gatto e alla lunga si riga ed è poco comoda da pulire.

Altra caratteristica importante è che abbia un buon peso per garantire una certa stabilità mentre il gatto la usa.

domenica 31 marzo 2013

Frasi e aforismi sui gatti

frasi-aforismi-gatti

Sono tanti i poeti e gli scrittori che nel tempo si sono espressi sul nostro amico gatto!

In questo post, in continuo aggiornamento, pubblicherò tutte le frasi e gli aforismi che riuscirò a reperire in rete, sui libri e su altri materiali che leggerò.

Buona lettura!

 

“Un gatto non dormirebbe mai su un libro mediocre.” - Harold Weiss

“La pulizia, nel mondo del gatto, è una virtù che viene addirittura anteposta alla devozione.” - Carl van Vechten

“Dovremmo essere saggi la metà di quanto è saggio il gatto. E anche belli la metà.” - Frank Snepp

“Io non conosco il gatto. So tutto sulla vita e i suoi misteri ma non sono mai riuscito a decifrare il gatto.” - Pablo Neruda

“Nessuno che non sia pronto a viziare un gatto riceverà in cambio quella ricompensa che solo i gatti sono in grado di dare a coloro che li viziano.” - Compton Mackenzie

sabato 30 marzo 2013

I sensi sviluppati del gatto

sensi-sviluppati-gatti

Il gatto è considerato un super-animale sicuramente per i suoi sensi molto sviluppati!

Percepisce il mondo in modo diverso da noi umani ed, anche per questo, spesso li osserviamo fare determinate azioni senza capirne il significato.

Diverse storie e racconti gli attribuiscono poteri soprannaturali, come quello di percepire in anticipo catastrofi come i terremoti perché messisi in fuga prima ancora che l’evento disastroso accadesse. Vediamo nel particolare i super sensi del nostro amico felino.

Udito
L’udito del gatto è tra i più fini del mondo mammifero. Molto superiore a quello umano e del cane. Riesce a percepire gli ultrasuoni che arrivano ai 64 KHz, mentre il cane arriva ai 45 KHz e l’uomo solamente 20 KHz. E con questa caratteristica si riesce a spiegare la percezione anticipata di alcune catastrofi.
Il suo super udito gli consente di stanare i piccoli roditori che emettono tipicamente degli ultrasuoni. A casa, invece, un gatto percepirà anche da lontano che stai maneggiando la sua busta di croccantini, infatti è l’espediente molto utile che ti consiglio di usare quando vuoi ritrovarlo facilmente. Oltre a captare il minimo rumore, con le sue orecchie mobili a 180°, riesce a risalire con grande precisione la fonte del rumore. Un difetto genetico nei gatti bianchi con gli occhi azzurri rende questo esemplare nell’80% dei casi sordo. Per questo motivo è bene limitare il loro territorio a luoghi sicuri.

venerdì 29 marzo 2013

Quanto dorme un gatto?

quanto-dorme-un-gatto

Il gatto è sicuramente uno degli animali che dorme di più al mondo!

Con le sue 12 – 16 ore medie di sonno al giorno è sicuramente tra i primi 10 nel mondo animale!

Anche il suo sonno è fatto di diversi cicli che si possono ripetere più volte senza interruzioni. Mediamente ogni ciclo dura 30 minuti divisi in due fasi:

Fase di sonno lento
In questa fase c’è tono muscolare e l’attività elettrica del cervello è lenta! E’ la fase per il recupero della fatica fisica e dove l’organismo produce l’ormone della crescita e tutta una serie di anticorpi! Questa fase è fondamentale per tutti i gatti ma chiaramente è di primaria importanza per i gattini di poche settimane.

Fase di sonno paradossale
In questa fase il gatto sogna!
Infatti l’attività elettrica del cervello è intensa e gli occhi si muovono dietro le palpebre chiuse. Il respiro è irregolare e non è raro osservare orecchie, vibrisse e zampette scossi da brevissimi movimenti!

giovedì 28 marzo 2013

Cosa deve mangiare un gatto?

cosa-deve-mangiare-un-gatto

Il gatto, Felis silvestris catus, è un mammifero CARNIVORO appartenente alla famiglia dei felidi!

In quanto tale, la sua dieta è prettamente, quasi esclusivamente, a base di carne o pesce.

Ho fatto questa dovuta premessa perché purtroppo l’industria alimentare specifica per i gatti, per trarre il maggior profitto, mette tante schifezze dannose per i nostri amici felini!

Quando ho iniziato a documentarmi sull’alimentazione giusta da dare ai miei tre trovatelli, Tita, Totò e Gaia, ho fatto diverse ricerche sui testi di medicina veterinaria e sui forum specializzati. Studiando alimentazione umana da sempre per il mio lavoro di personal trainer è stato abbastanza semplice districarmi tra i termini scientifici e le proprietà organolettiche dei diversi alimenti.

Quello che è venuto fuori è che un gatto libero di vivere la propria vita nel suo ambiente naturale caccia piccole prede, topi, uccellini, lucertole e insetti, e quindi il suo sistema digestivo è fatto per mangiare alimenti ad alta densità di proteine.

Nello specifico, un gatto ha uno stomaco con una elevata acidità, un intestino corto e denti fatti per strappare e non masticare, tutte caratteristiche che lo portano ad essere un carnivoro stretto!

sabato 23 marzo 2013

Il gatto, l'acqua da bere e le ciotole fontanelle

gatto-acqua-bere

Ancor prima di scrivere sulle quantità normali che un gatto beve durante le 24 ore, ritengo giusto scrivere questo post sulla qualità dell'acqua e le modalità con cui un gatto si abbevera.

I nostri amici felini sono molto esigenti anche per quanto concerne l'acqua destinatagli da bere.

Hanno papille gustative molto sensibili e sanno riconoscere perfettamente la differenza di un acqua di rubinetto e quella di una bottiglia.

Affinché il tuo gatto beva è bene che sappia che questo avverrà se si rispettano alcune semplice regole:

  • la temperatura ideale è tra i 4° ed i 10°.
  • deve essere pulita al massimo, non vi devono essere peli o briciole di cibo.
  • il contenitore deve essere poco profondo e molto largo, inodore e posto in un angolo sicuro dove mentre beve può avere la situazione sotto controllo. Lo stesso va anche posizionato distante dalla zona dove mangia.

Ti sarà sicuramente capitato di vedere il tuo gatto intento a bere dai rubinetti dell'acqua che hai in casa, questo perché l'acqua è fresca, pulita e si rinnova continuamente, l'ideale per il gatto.

lunedì 18 marzo 2013

Benvenuto sul blog dei gatti

blog-dei-gatti

Ogni blog è una passione!

Dopo un blog sul fitness ed il personal training, uno sul coaching e la PNL, la mia terza passione sono i gatti!

Su questo blog, dedicato al mondo dei gatti a 360°, troverai diversi argomenti, dalla nutrizione al linguaggio del corpo, dal comportamento all’addestramento e tutta una serie di consigli che io ho stesso ho dovuto ricercare e studiare per allevare al meglio i vari cuccioli di gatto salvati dalla strada.

Oltre che condividere le cose che ho appreso studiando vari libri di medicina veterinaria e di comportamento felino, nella stesura dei post mi avvalorerò anche del contributo di due amici veterinari, ma soprattutto gattofili!

Spero di farti cosa gradita e che gli argomenti che tratterò possano rendere ancor più felice la tua condivisione di vita col tuo amato gatto!

Ti consiglio vivamente di mettere anche il “Mi piace” alla pagina ufficiale del blog su facebook, Il gattofilo per essere sempre aggiornato.

Grazie!

Marco Martone