Cerca nel blog:

sabato 6 aprile 2013

Cibo umido o secco per gatti?

cibo-secco-umido-gatti

Dopo aver svezzato la mia Tita si è subito presentata l’annosa questione di cosa sia meglio dar dare mangiare al gatto, umido o secco?
Bocconcini o crocchette?
La risposta è entrambi, ma in percentuali diverse!

Entrambi i prodotti hanno pregi e difetti che nel post ti elencherò, ma la cosa importante è che l’alternarsi del cibo umido e quello secco è l’unico modo per garantire il giusto nutrimento al tuo gatto.

Premesso che un gatto debba mangiare quasi esclusivamente proteine animali per crescere e restare sano, bisogna necessariamente scegliere prodotti sia secchi che umidi di elevata qualità.

Cibo umido
Indubbiamente è quello che più si avvicina al modo naturale di mangiare dei gatti. Ti ricordo che in natura un gatto caccia e mangia le sue piccole prede e non trova ciotole piene di croccantini! Al cibo umido quindi deve essere riservata la percentuale maggiore di somministrazione durante le 24 ore. Sicuramente non sotto il 60%.

martedì 2 aprile 2013

Curiosità sui gatti

curiosità-gatti

In questo post trovi una serie di varie curiosità sui gatti ed il loro mondo.

Scritto con la tecnica della domanda e risposta è un post in continuo aggiornamento. Torna a leggerlo più volte.

E’ vero che i gatti sono digitigradi?
Si, i gatti appartengono alla famiglia dei mammiferi digitigradi. Ovvero usano come unico punto d'appoggio le loro falangi. Questo gli consente una maggiore velocità di spostamento.

E’ vero che esiste un giorno di festa dedicato al gatto?
Si, il giorno della festa del gatto cade il 17 febbraio. La data, festeggiata dal 1990 in poi, racchiude alcune simbologie riferite al nostro affascinante gatto. Il mese di febbraio, mese del segno dell’Acquario, simboleggia lo spirito libero ed anticonformista tipico del gatto. Anche nei detti popolari il mese di febbraio è indicato come quello “dei gatti e delle streghe”. Il numero 17, invece, che nella nostra tradizione è portatore di sventura, scritto in numeri romani diventa XVII ed il suo anagramma “VIXI”, ovvero “sono vissuto” e di conseguenza “sono morto”. Non è così per il gatto che è vissuto a diversi attacchi nella storia. Il 17 simboleggia anche che il gatto (1) ha 7 vite.

E’ vero che l’allergia ai gatti non dipende dal pelo?
Si, non è il pelo a creare allergia ma alcune proteine presenti nella saliva del gatto che deposita sul suo pelo quando effettua la toletta.

lunedì 1 aprile 2013

Le ciotole per i gatti, regole e consigli

ciotole-gatti-consigli-regole

Con i suoi sensi molto sviluppati, il gatto non è sensibile solo all’odore, al gusto e alla consistenza del cibo, ma bensì anche al contenitore!

Ci sono delle semplice regole che se seguite faranno sicuramente cosa gradita al nostro piccolo felino.

Iniziando dai materiali con cui è fatta, una ciotola può avere caratteristiche molto diverse.

La prima cosa che ti consiglio è di optare per un materiale ceramico, di vetro o di acciaio inossidabile. La plastica è fortemente sconsigliata perché ha un odore poco gradito al gatto e alla lunga si riga ed è poco comoda da pulire.

Altra caratteristica importante è che abbia un buon peso per garantire una certa stabilità mentre il gatto la usa.