Cerca nel blog:

mercoledì 15 maggio 2013

Viaggiare con il gatto in auto

viaggiare-gatto-auto

Viaggiare con un gatto in auto può essere un esperienza particolarmente stressante!

Sia per il piccolo felino e sia per il suo amico umano.

Il gatto, essendo molto territoriale, non ama spostarsi ed ancor di più non ama farlo in auto.

Perdendo i riferimenti visivi e gli odori casalinghi, insieme ad i rumori fastidiosi di un auto in movimento, un gatto sarà molto infastidito e stressato.

Molti di noi, però, oltre all’esigenza di trasportare il nostro gatto dal veterinario, preferiscono non lasciare il gatto a casa durante le vacanze e quindi, decidendo di portarselo con se,  sottopongono il piccolo felino a tragitti medio-lunghi con le conseguenze stressanti del caso.

Vediamo come limitare/evitare problemi al gatto:

  • mai lasciare il gatto libero in macchina, potrebbe essere scontato ma purtroppo non lo è. Chi guida potrebbe distrarsi e causare incidenti o il gatto potrebbe scappar via da un finestrino.
  • sistemare il gatto in un trasportino confortevole, meglio un modello che permetta al piccolo felino di stare anche in posizione eretta e non costretto accovacciato. Trovi una serie di trasportini confortevoli su www.zooplus.it
  • all’interno del trasportino metteremo una copertina od un cuscino ed un suo giochino preferito. Devono essere accessori che il gatto usa regolarmente anche a casa in modo da sentirli suoi, con il proprio odore, questo renderà più “familiare” l’ambiente.
  • è utile far abituare il gatto anche con spostamenti più brevi, un breve giro in città, e che non abbiano come meta esclusivamente il veterinario. Meglio che il gatto associ lo spostamento anche come fine a se stesso per poi tornare nel suo regno: la SUA casa.
  • evitare la musica con un volume alto, meglio ancora se è solamente di sottofondo o che sia assente del tutto per permetterti di dialogare con lui così da rasserenarlo.
  • Per viaggi lunghi è necessario effettuare delle soste che consentano al gatto di fare gli eventuali bisogni e sgranchirsi le zampe (rigorosamente con pettorina e guinzaglio). La sosta deve essere breve, altrimenti poi il gatto si rifiuterà di tornare in auto.
  • alcuni gatti possono soffrire di nausea ed è quindi meglio evitare di dare cibo e acqua al nostro gatto almeno 3 ore prima di partire.
  • spesso è utile coprire il trasportino con un panno scuro per evitare che il gatto si spaventi troppo guardando fuori. La poca luce permetterà anche di conciliare un eventuale riposino.
  • il gatto si scalda velocemente ed è estremamente pericoloso lasciarlo solo in auto con i finestrini chiusi senza possibilità che circoli aria. Quindi mai lasciarlo da solo ed assicurarsi che ci sia una buona areazione nel veicolo.
  • il gatto è un animale molto abitudinario e se si procede sin da piccolo ad abituarlo al trasporto in auto ne trarremo vantaggi anche quando sarà adulto.

Non mi resta di augurarti buon viaggio, con la raccomandazione di evitare brusche frenate, strade dissestate e/o piene di dossi.

Nessun commento:

Posta un commento

Il blog è un luogo dove poter scambiare idee e concetti ed in linea di massima pubblico tutti i commenti, anche quelli che criticano apertamente quello che scrivo. Questo per poter poi ulteriormente approfondire le tematiche trattate. Solo su una cosa non transigo, l'educazione! Non saranno pubblicati di conseguenza tutti quei commenti che screditano per il solo gusto di farlo e che possano offendere l'operato degli autori e/o di chi commenta. Non pubblicherò neanche i commenti dove si pubblicizza un prodotto o un attività, anche se abilmente celati. Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...